La sicurezza di sentirsi amato

Nella relazione di coppia oltre al nutrimento tratto dall’amare l’altro, entrano in gioco il benessere e la gratitudine per essere amato dall’altro. Dopo qualche anno di vita insieme a volte nascono dei dubbi sull’amore reciproco, dubbi che creano frustrazione, scontentezza, e insicurezza. Questo stato di sofferenza ci rende meno collaborativi ed empatici verso l’altro e ci fa entrare in una dinamica di ripicche del tipo “se non mi mostri il tuo amore non te lo mostro nemmeno io”. S’instaura un circolo vizioso e la coppia entra in crisi.

Un esempio: l’imbiancatura del garage.

Una donna chiede un colloquio a un consulente matrimoniale perché si trova in piena crisi.
Il marito, sostiene, è poco collaborativo e non fa mai niente per lei. Per esempio sono due anni che chiede a suo marito di rimbiancare il garage e lui non l’ha mai fatto. Questa donna si sente amata quando è aiutata e sostenuta.
“Smetta di chiedere a suo marito di aiutarla”, le suggerisce il consulente, “cerchiamo invece di capire che cosa vuol dire essere amato per lui”. Analizzando il comportamento del marito e le sue reazioni in varie situazioni della vita in comune, arrivano a capire che ciò che è più importante per il marito è essere valorizzato.
“Da ora”, consiglia il consulente, “ringrazi suo marito per tutto quello che fa di giusto invece di lamentarsi per quello che non fa. Impari a parlare il suo linguaggio”.
Dopo due mesi il garage è stato imbiancato senza che la moglie abbia dovuto rinnovare la richiesta al marito.

Ciò ha potuto accadere perché quando una persona si sente amata è più disponibile e attenta alle esigenze dell’altro.

Spesso non è la carenza d’amore che provoca la situazione di crisi nella coppia, ma la mancanza di qualche informazione fondamentale.

L’esempio è tratto dal libro “I 5 linguaggi dell’amore. Come dire ti amo alla persona amata di Gary Chapman”.
Ho trovato questo libro per caso in una libreria di Padova circa 15 anni fa. Da allora è stato uno dei libri che ho “prescritto” frequentemente alla fine delle mie sedute, perché secondo me le informazioni contenute hanno un potere terapeutico importante nelle relazioni.

In quest’articolo ti illustro i concetti di base.

In amore, secondo Chapman, ci sono 5 linguaggi che rappresentano 5 modi diversi per esprimere il proprio sentimento.

Nella coppia, quando i partner hanno lo stesso linguaggio d’amore, si trovano nella situazione più semplice. Senza doverci pensare, esprimendo il proprio amore in modo naturale e spontaneo, ognuno riempie il serbatoio d’amore dell’altro.

Tuttavia, spesso le persone non hanno lo stesso linguaggio. Nonostante l’amore che c’è tra le due persone può accadere che uno dei due non si senta amato. Ecco che sorgono i dubbi e si inizia a chiedersi se l’altro ci ami ancora oppure no.

Per evitare di ritrovarsi in tale situazione di disagio, è molto interessante conoscere il proprio linguaggio dell’amore ma è anche fondamentale conoscere il linguaggio dell’amore dell’altro. Naturalmente si continuerà ad amare la persona in modo spontaneo, però di tanto in tanto, poiché si vuole bene all’altro e fa piacere che il suo serbatoio d‘amore sia pieno, si parlerà il suo linguaggio.

Vediamo insieme i 5 linguaggi dell’amore:

Linguaggio numero 1: i gesti di servizio

Se il mio linguaggio è quello dei servizi, quando amo una persona mi viene naturale e spontaneo fare delle cose per lei, per aiutarla. Per esempio posso prepararle da mangiare, sistemare la sua bicicletta, far delle commissioni per suo conto, pulire la casa, ecc.
Non è indispensabile che io sia materialmente vicino a lei, posso dimostrare il mio amore con le mie azioni di servizio anche a distanza.

Linguaggio numero due: il contatto fisico

Il linguaggio del contatto fisico è fatto di baci, abbracci e coccole in generale. Questa tipologia di linguaggio non si trasmette a distanza perché richiede la presenza fisica. Chi ha il tocco come linguaggio ha bisogno di essere in contatto fisico con il partner.

Linguaggio numero 3: i doni

Non è importante l’entità economica del regalo.
Dal fiore di campo all’automobile, a un viaggio, a una casa, a un gioiello; l’importante è che il dono sia fatto senza altra ragione che l’espressione del proprio amore.

Linguaggio numero 4: i momenti speciali

I momenti speciali sono quelli che si trascorrono con l’obiettivo di stare insieme. Può trattarsi anche di poco tempo, ma in questo tempo la qualità della presenza all’altro è molto alta. Non è tanto quello che si fa insieme che è importante ma ben farlo insieme. Una semplice conversazione, una camminata, un weekend, una cena, un corso di ballo, ecc.

Linguaggio numero 5: le parole d’incoraggiamento

Sono le parole di lode e di affetto come: “ti voglio bene”, “quanto sei bella”, “ti stimo”, “che bravo che sei” e così via.
In questo caso è importante sapere che per le persone che hanno questo linguaggio d’amore la critica è l’antitesi dell’amore dunque nel caso se ne debba esprimere una, farlo con molta cautela.

I 5 linguaggi possono essere estesi alle relazioni con le persone care al di fuori della coppia.

Per esempio ho incontrato nella mia attività professionale una mamma, ex insegnante, che faceva fare i compiti al figlio e, per aiutarlo, gli mostrava tutto quello che non andava. Rapidamente il ragazzo andava in crisi e non voleva più fare i compiti con lei.
Analizzando la situazione nell’ottica dei 5 linguaggi dell’amore, ho capito che il bambino aveva come linguaggio d’amore le parole d’incoraggiamento. Il sostegno amorevole della mamma era preso per non amore.  La mamma invece possedeva il linguaggio d’amore dei servizi e lei andava in crisi quando chiedendo aiuto per preparare la tavola, nessuno rispondeva.

Conclusione

Analizzando le relazioni da questo punto di vista riusciamo a capire le incomprensioni fra le persone. È come se le persone parlassero due lingue diverse. Si possono pronunciare parole bellissime ma se le dico in una lingua differente non vengo capito e il messaggio non viene trasmesso.

Individuando il proprio linguaggio, quello dei propri cari e condividendo queste informazioni, si favorisce un circolo virtuoso fatto di benessere, amore e felicità.

Se vuoi, a questo link trovi un test per aiutarti a riconoscere il tuo linguaggio principale di amore nella coppia.

I 5 linguaggi dell’amore, Test per coppie